Flukso a Madrid per Architect@Work

Una nuova scommessa per Flukso che il 29 e il 30 maggio ha debuttato in qualità di espositore all’edizione spagnola di Architect@work a Madrid.

La manifestazione – presente in tutta Europa con diversi appuntamenti annuali – è stata pensata per fare incontrare progettisti e aziende in un ambiente professionale e accogliente.

Una fiera di settore quindi, che si rivolge ad un pubblico ristretto di addetti ai lavori (architetti, architetti d’interni, designer e arredatori) e che ha selezionato solo espositori che hanno presentato idee e progetti innovativi.

 

Flukso: certificazioni di fonoassorbenza per accedere a Architect@work

Il lasciapassare di Flukso sono stati i test che ha eseguito per certificare il grado di fonoassorbenza dei propri tessuti contract.

Conoscere il coefficiente di assorbimento acustico è infatti fondamentale per chi deve scegliere quali tessuti utilizzare per arredare, ad esempio, alberghi o uffici.

Un argomento caldo quindi, che ha raccolto l’interesse di un grande numero di visitatori che si sono soffermati presso lo stand Flukso per richiedere maggiori informazioni ai due commerciali Francisco e Redi.

 

Una metropoli in un piccolo stand: ecco come di è presentata Flukso ai visitatori

Il format dell’evento si basa su un percorso di visita che alterna piccoli stand di 3m x 3m personalizzati dalle singole aziende ad aree lounge dove espositori e visitatori possono scambiarsi informazioni e approfondire le caratteristiche dei vari prodotti presentati. Così Flukso ha studiato una soluzione per ottimizzare lo spazio del suo stand e sintetizzare, con forme evocative e colori brillanti, ciò che la contraddistingue.

Ecco quindi il curioso profilo di una metropoli rivestita con i tessuti elastici della collezione Millennial, un elegante pannello di tessuto personalizzato con la stampa digitale e una palette di colori caldi e freddi. Un richiamo forte e chiaro al mondo del contract e a un mondo digitale in continua evoluzione che ha bisogno di trovare strade sempre nuove e immediate.

 

L’intera fiera è il risultato di una profonda riflessione sull’era attuale e una rappresentazione del modo di vivere moderno.

Tutto ormai viene sottoposto a una scansione veloce dove le emozioni, le interazioni sociali e le esperienze diventano sempre più intangibili. Il mondo del digitale si fa largo sulla realtà e per questo anche il settore dell’arredamento deve seguire questo processo di trasformazione.

Architect@work è riuscita a raccontare tutto questo e Flukso ha fatto ritorno in Italia con un bagaglio di idee e ispirazioni che le saranno utili per realizzare nuovi progetti fedeli a un modo di vivere la quotidianità sempre più virtuale.